L’esercizio di Kegel può prevenire l’eiaculazione precoce?

L’eiaculazione precoce è un termine usato per descrivere una situazione in cui una persona raggiunge l’orgasmo troppo rapidamente durante il rapporto. Questo è il problema di eiaculazione più comune nel Regno Unito. Generalmente, l’eiaculazione precoce viene solitamente diagnosticata quando un uomo eiacula continuamente per uno o due minuti.

Un potenziale trattamento per l’eiaculazione precoce sono gli esercizi di Kegel. È stato rivelato molto sugli esercizi di Kegel e sui benefici che hanno quando si tratta di rafforzare la tua area pelvica, ma cos’è e cos’è un mito? Daremo uno sguardo più da vicino a questi esercizi per determinare se sono davvero il modo migliore per affrontare l’eiaculazione precoce. Gli esercizi di Kegel sono progettati per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. In generale, i muscoli del pavimento pelvico sono i muscoli delle cosce, dei glutei e dell’addome inferiore.

È noto da tempo che rafforzando queste aree si può avere un impatto positivo sulla funzione e sulle prestazioni sessuali. La riabilitazione del pavimento pelvico, come gli esercizi di Kegel, sono efficaci nel ritardare l’eiaculazione precoce perché aiutano a rafforzare il muscolo pubococcico. Uno studio ha rilevato che dopo 12 settimane di riabilitazione muscolare del pavimento pelvico, l’82,5% dei partecipanti ha ottenuto un maggiore controllo sul proprio riflesso eiaculatorio.

Come eseguire correttamente Kegels?

Gli esercizi di kegel convenzionali, noti anche come kegel lenti, implicano semplicemente la contrazione dei muscoli del pavimento pelvico tenendoli per cinque secondi e poi rilassandoli. Ripeti fino a dieci volte, facendo una pausa tra cinque secondi di rilassamento.

Nel tempo, puoi iniziare ad aumentare il tempo necessario per contrarre i muscoli. Puoi anche muoverti su kegel veloci, che includono gli stessi movimenti, ma a una velocità maggiore. I bei momenti per fare gli esercizi di Kegel includono quando ti svegli la mattina, dopo aver usato il bagno e prima di andare a letto.

Come dovrebbe sentirsi Kegel?

Gli esercizi di Kegel sembrano una leggera compressione intorno all’area pelvica. Non fanno male se fatti bene e non dovrebbero logorarti. Gli esercizi di Kegel possono essere eseguiti quasi in qualsiasi momento della giornata. Il modo migliore per assicurarti di eseguirli correttamente è contrarre i muscoli che ti impediscono di passare il gas. Questo movimento è sicuramente un esercizio di Kegel.

Man mano che i muscoli del pavimento pelvico diventano più forti, dovresti praticare questo movimento con facilità muovendoti, stando in piedi o camminando.

Altri modi per curare l’eiaculazione precoce

Sebbene gli esercizi di Kegel si siano dimostrati efficaci nel trattamento dell’eiaculazione precoce nei pazienti, la loro efficacia non è stata ufficialmente stabilita e non garantiscono l’eiaculazione precoce in tutti. Questo è il motivo per cui, durante gli esercizi di Kegel, vale anche la pena cercare altri metodi per curare l’eiaculazione precoce.

Altri trattamenti per l’eiaculazione precoce includono la tecnica “stop and start”, in cui il partner maschio interrompe il rapporto sessuale o la masturbazione se sente di essere vicino all’orgasmo e aspetta che la sensazione passi prima di continuare.

Se il malato ha una relazione, si consiglia vivamente di parlare apertamente con il proprio partner delle proprie preoccupazioni e di lavorare insieme su questo problema. Si ritiene che la terapia comportamentale aiuti il ​​60-90% degli uomini affetti da questa condizione, ma richiede la collaborazione con entrambi i partner.

Qual è il modo più efficace per affrontare l’eiaculazione precoce?

Trovare il giusto trattamento per l’eiaculazione precoce dipende molto dal singolo caso e soprattutto da cosa ha causato il problema. Se il problema è psicologico, la terapia può essere la migliore linea d’azione. Per molte persone, un trattamento efficace è il trattamento più affidabile.

La ricerca ha dimostrato l’efficacia di farmaci come Priligy. In uno studio, la soddisfazione sessuale dei partecipanti è aumentata dal 50% all’inizio dello studio all’80% alla fine dello studio, rispetto al 55% dei partecipanti che utilizzavano il farmaco placebo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *